“Il Mio Vinile”-Ram Jam

I Ram Jam erano un gruppo rock americano popolare negli anni ’70 , meglio conosciuto per il loro successo nella Top 20 del 1977 ” Black Betty “ (una cover di un vecchio brano Leadbelly ) che è stato remixato e ripubblicato molte volte. I membri della band erano Bill Bartlett (chitarra), Pete Charles (batteria), Myke Scavone (cantante) e Howie Arthur Blauvett (basso). Jimmy Santoro , che è stato in tour con la band a sostegno del loro album di debutto, si è unito alla chitarra per l’album successivo.

Bill Bartlett era in precedenza il chitarrista solista del gruppo pop The Lemon Pipers , mentre Blauvett suonò con l’allora artista pop in erba Billy Joel in due band: The Hassles e El Primo . I Ram Jam erano noti per incorporare influenze blues e soul nel loro suono, cosa che li distingueva da molti contemporanei e portava loro un breve ma forte successo nelle classifiche.

Il Brano “Black Betty” Racchiuso nell’album Ram Jam una canzone molto bella ma molto discussa Chi è Black Betty? la ricerca sulla storia del termine ha mostrato che nessuno tranne Benjamin Franklin, il fondatore americano, usò la frase nel 1736, circa 250 anni prima che Ram Jam lasciasse la canzone. . E in questo caso, apparentemente si riferiva brevemente all’alcol. Di conseguenza, “Black Betty” sembra essere stato sinonimo di una bottiglia di whisky, in particolare dalla Londra del XVII secolo. Tornando all’inglese, si dice anche che “Black Betty” fosse il soprannome di un tipo specifico di pistola, un’antica pistola nera. E in questo contesto si dice che la frase “tetto con lem” citata nelle poesie intendeva imitare il suono degli spari. Nonostante ciò, “Black Betty” è conosciuto come uno slogan operaio afroamericano, come nella canzone che copre Ram Jam. In altre parole, gli afroamericani oppressi (spesso impiegati in lavori ripetitivi che coinvolgono controlli fisici) hanno cantato canzoni speciali come “Black Betty” per aggiungere ritmo al lavoro e quindi fare le cose bene. Ed era molto improbabile che cantassero con una pistola, anche se è più probabile che potessero celebrare l’estrazione. La prima registrazione conosciuta della canzone, ora intorno al 1933, è attribuita a un artista di nome James “Iron Head” Baker. E un ricercatore che ha intervistato Ironhead ha spiegato che “Black Betty” era più simile a una frusta usata dai funzionari della prigione per punire i prigionieri. Questi prigionieri, molti dei quali erano neri americani, furono effettivamente costretti a lavorare come schiavi. Inoltre, va notato che Ironhead era in realtà uno di questi prigionieri quando ha registrato Black Betty. Quindi, mentre Black Betty potrebbe essere stato un termine popolare per alcol o pistola prima del 20° secolo, ha assunto un significato diverso all’inizio degli anni ’30.

Con questo in mente, ora ha senso che Ram Jam (una rock band tutta bianca) sia accusato di razzismo per aver cancellato la canzone. Ma è anche possibile che anche in passato non conoscessero in dettaglio il significato di “Black Betty”. In effetti, si dice che nella loro versione cantino di una relazione romantica con una donna di colore. Quindi i testi sono rimasti gli stessi. Ad esempio, quando è stato detto “Black Betty ha avuto un bambino”, potrebbe essere stato un riferimento a un cannone. Ma quando Ram Jam l’ha ottenuto, potrebbe letteralmente riferirsi a una bambina rimasta incinta a causa di una relazione intima con una donna di colore.

Guardando anche tutte le poesie, “Bam Balam” sopra può riferirsi a qualcosa come l’intrattenimento in camera da letto o Black Betty che “canta” il narratore, il che significa che è stato colpito da lui. Dove non riesce a tenerlo Infatti, dice di “scuoterlo”, un termine che conosciamo anche nel mondo di oggi per riferirsi al corpo di una donna. Ma come accennato, la frase di cui sopra può essere applicata anche a un oggetto come una frusta.

Quindi c’era sicuramente un consenso sul fatto che nel caso di Ram Jam, almeno “Black Betty” fosse in realtà una donna. Ma dato che alla fine quella canzone si è rivelata il loro unico successo, forse il motivo per cui hanno deciso di registrare questa canzone era semplicemente perché erano bravi a interpretarla.

Quindi questo è un caso unico in cui un gruppo rock bianco ha preso una vecchia canzone afroamericana e l’ha trasformata in una canzone moderna. E poiché la parola risale almeno al 1736, il suo significato è cambiato nel corso delle generazioni. In effetti, va notato prima della fine che alcune persone conoscevano questa canzone su una donna anche negli anni ’30. E a quanto pare è così che Ram Jam l’ha interpretato quando hanno deciso di rinunciare alla loro esibizione di “Black Betty”.

Gli autori di questa canzone sono Lead Belly (Huddie Ledbetter, 1888-1949) e “Traditional”. In altre parole, sebbene Lead Bailey sia stato uno dei primi artisti conosciuti a registrare questa canzone, in realtà è così avanti a lui che la sua esatta provenienza non può essere accertata.

Produce la versione ROM Jam di “Black Betty” di Cassentz Katz.

Ram Jam pubblicò la sua uscita di successo nel 1977 attraverso la Epic Records. Questo album è apparso nel suo album di debutto a suo nome.

e ha avuto successo come detto sopra. Ha raggiunto il numero 18 della US Hot 100. Nel Regno Unito al numero sette (UK Singles Chart). Inoltre, è stato drammatico in molti altri paesi, incluso il Canada.

I Ram Jam erano un gruppo rock formatosi nel 1977 e attivo solo per un anno. Hanno prodotto canzoni dai generi rock e boogie rock. Hanno pubblicato il loro album di debutto Ram Jam nel 1977 negli Stati Uniti per la Epic Records. L’album ha raggiunto la posizione numero 34 nella classifica degli album pop di Billboard negli Stati Uniti.

“Black Betty” era la canzone più famosa della band e faceva parte di due singoli pubblicati prima dell’album.

I produttori americani Jeffrey Katz e Jerry Cassents hanno prestato attenzione alle esigenze di produzione di questa canzone.

“Ram Cup” (album) dura in totale trentaquattro minuti e diciannove secondi.

Questo album è stato ripubblicato su CD nel 1996 e ha ricevuto il premio “I Should Have Known”.

Dieci tracce sono state eseguite nell’album e 11 tracce nella ristampa del 1996.

Il gruppo ha cambiato il proprio nome in American Ram Jam per eliminare la confusione con una band britannica con lo stesso nome.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.