“Il Mio Vinile”- Al Jarreau

Al Jarreau è il cantante jazz di maggior successo del suo tempo e ha goduto di una carriera che abbraccia quattro decenni. Stranamente, però, Jarreau non è mai stato rappresentato con una compilation che abbraccia tutta la carriera e i suoi fan hanno aspettato pazientemente una panoramica completa.

Dovranno continuare ad aspettare. An Excellent Adventure getta una rete più ampia rispetto all’ormai fuori catalogo Best of Al Jarreau (Warner Brothers, 1996), ma con solo 16 tracce è tutt’altro che definitivo. Mancano troppe cose buone; “Since I Fell For You”, con Bob James e David Sanborn , e il duetto di Jarreau con Oleta Adams, “Waters of March”, sono due tagli che dovrebbero essere qui. Non c’è niente da All Fly Home(Warner Bros., 1987), L è For Lover (Warner Bros., 1986), Tenerezza (Reprise, 1994) o Heaven and Earth (Reprise, 1992).

Per i fan più accaniti si tratta di omissioni cospicue, ma per coloro che cercano di graffiare un po’ più in profondità dei semplici successi di Jarreau, An Excellent Adventure è buono come si può per ora.

Tutto ciò che ci si potrebbe aspettare da una retrospettiva di questo cantante sette volte vincitore di un Grammy è qui, tra cui “Roof Garden”, “We’re In This Love Together”, “Mornin'” e “Boogie Down”. Due aggiunte di benvenuto: “Just To Be Loved” di Jarreau, da Tomorrow Today (GRP, 2000) e “Cold Duck”,(GRP, 2004) con il bassista Christian McBride .

 

La precedente raccolta Best of Al Jarreau aveva 16 canzoni. Anche An Excellent Adventure fa lo stesso, ma qui la produttrice di compilation Fiona Frawley prende la decisione intelligente di andare più a fondo includendo “We Got By” del 1975 dall’omonimo album Reprise e “Rainbow In Your Eyes”, da Glow (Reprise, 1976). Queste due selezioni servono a ricordare le prime radici jazz di Jarreau e fungono da ponte tra le sue prime registrazioni jazz e le successive hit R&B e pop tradizionali. Infine, il tour de force

vocale di Jarreau, “(Round, Round, Round) Blue Rondo A La Turk”, è l’ultima vetrina delle sue abilità di scatto e del perfetto fraseggio. Molti cantanti si legherebbero la lingua cercando di tirare fuori quello che fa Jarreau con il classico di Dave Brubeck . Il Grammy che Jarreau ha portato a casa per la migliore performance vocale jazz maschile, per questa performance sorprendentemente bravura, è stato meritato.

Ci sono alcuni problemi che mantengono An Excellent Adventuredalla perfezione. La più ovvia è la chiusura goffa e deludente, “Excellent Adventure”, una nuova registrazione che non è affatto eccellente e suona come un avanzo di una delle sessioni meno ispirate di Jarreau. La decisione di Frawley di non mettere in sequenza le canzoni in ordine cronologico è sconcertante, così come l’omissione di crediti per i musicisti per le altre 15 tracce.

La discografia di Jarreau è abbastanza ricca e varia da giustificare facilmente un multi-disco o un cofanetto. Anche se è bello ascoltare la rimasterizzazione digitale delle canzoni di Jarreau, An Excellent Adventure è troppo frammentario per essere veramente “il migliore” di Al Jarreau. Si spera che un giorno la Warner Brothers ritenga opportuno produrre la rappresentazione veramente completa della carriera di Jarreau che si merita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.