Gino Paoli, cantautore controverso

Il nostro viaggio immaginario prosegue per le belle regioni Italiane rimaniamo sempre in Liguria e dopo aver parlato del grande Fabrizio De André ora tocca ad un’altro grande artista Ligure naturalmete musicista e cantautore famoso della cosidetta “scuola genovese” è il grande Gino Paoli.Cresciuto nel quartiere di Genova Pegli nasce in realtà a Monfalcone, nel Friuli Venezia Giulia, da padre ligure e madre friulana, l’amore per la musica lo riceve proprio dalla madre, pianista.Poco incline agli studi da ragazzo, dopo aver fatto il facchino, il grafico pubblicitario e il pittore, debutta come cantante da balera, per poi formare una band musicale con gli amici Luigi Tenco e Bruno Lauzi.Grazie anche ai sui amici musicisti genovesi Gino Paoli viene scritturato dalla casa discografica Dischi Ricordi e nel 1959 incide i suoi primi 45 giri senza ottenere grandi successi. La sua canzone “La gatta“ incisa nel 1960 avrà lo stesso scarso successo finchè, dopo un incessante passaparola e l’entrata nelle classifiche musicali italiane, le sue prime canzoni arrivano all’attenzione del “paroliere” Mogol che propone a Mina, cantante già affermata, di interpretare il brano “Il cielo in una stanza”. L’interpretazione del brano scritto da Paoli ebbe un enorme successo di vendite e decretò la sua definitiva affermazione come cantautore.In quegli anni scrisse anche le canzoni “Senza fine” e “Anche se” ispirate dalla Relazione sentimentale con Ornella Vanoni.Gino Paoli ha avuto una vita travagliata, dai problemi con l’alcol, nati quasi per gioco, andranno avanti per circa 15 anni fino alla morte del fratello, avvenuta a causa dell’abuso di alcolici, Paoli deciderà poi di disintossicarsi.Nel 1962/63 un altro capitolo controverso riguardo la sua vita sentimentale, è l’inizio della relazione amorosa con Stefania Sandrelli, allora giovanissima attrice, conosciuta in occasione di una lunga tournée nei locali italiani, se ne innamora perdutamente. Dal loro legame, giudicato scandaloso dalla stampa e dall’opinione pubblica (Paoli era sposato e in attesa di un figlio dalla moglie legittima, mentre la Sandrelli era ancora minorenne) nascerà Amanda, oggi attrice affermata.A causa di una serie di difficoltà e di crisi sentimentali, Paoli tenta il suicidio sparandosi un colpo di pistola al cuore. Paoli restò vivo per miracolo. Nonostante il proiettile bucò il petto non perforò il miocardio. Tuttavia la vicinanza ad esso ne rese troppo rischiosa la rimozione, da quel giorno vive con il proiettile conficcato nel pericardio.Ma torniamo ai suoi grandi successi musicali perché forse è proprio la sua vita sregolata che l’ha fatto entrare tra i più grandi cantautori italiani di sempre.Ricordiamo le sue interpretazioni al Festival di Sanremo, al Cantagiro e a diverse trasmissioni Tv. I suoi brani celebri come “La gatta” brano d’esordio già citato, “Che cosa c’è”, “Sapore di sale” e “Una lunga storia d’amore” sono brani ancora attualissimi, entrati nella cultura popolare italiana.

Edit By Enrico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.