Strade. Una vita con la chitarra in spalla – Alex Britti

Ci sono gli sterrati del Mississippi che riaffiorano da vecchie leggende, come quella di Robert Johnson e del suo incontro con il diavolo, tra pianure sconfinate e campi di cotone. Ci sono i vicoli di Roma e un muretto di fronte a una chiesa sul quale sedersi per tentare i primi accordi di chitarra. Ci sono le vie della capitale che conducono a scantinati umidi, dove il fumo e la polvere sembrano depositarsi su ogni cosa, finché un suono proveniente da un amplificatore taglierà quella coltre e renderà tutto più leggero, vivido e palpabile. Poi, un garage nel seminterrato di un palazzo di periferia, con un letto per dormire dopo una notte trascorsa a esibirsi nei locali. Ci sono le autostrade, i pedaggi, le stazioni di servizio. E chilometri di asfalto, a migliaia, da divorare al volante di un’automobile scassata per attraversare l’Europa e andare a suonare con le più grandi stelle del blues. Strade, incontri e crocevia, soste e ripartenze: la storia di Alex Britti è come un viaggio senza meta guidato da una passione viscerale e dal desiderio di dare forma al mondo attraverso le parole e la musica. Inseguendo un suono, una melodia; disegnando cascate di note sulla tastiera della sua chitarra. Questo libro è il racconto del peregrinare incessante che da sempre anima il grande cantautore romano; è la testimonianza sincera del suo bisogno di partire e rimettersi in cammino. Dall’infanzia ai primi esperimenti con le sei corde, dalle collaborazioni con i nomi più importanti della scena blues internazionale fino all’affermazione, Alex Britti si racconta come non ha mai fatto prima e tratteggia i contorni di un’avventura ricca di fascino, suggestioni e incontri sensazionali. Sempre con la musica a indicare la direzione. A tracciare strade non ancora battute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.