“Venerdì in Vintage”DJA

DJAngelino

SISTER SLEDGE

Il disco delle Sister Sledge più conosciuto e di  maggior successo spegne quest’anno 40 candeline. Pubblicato infatti nel gennaio 1979 We Are Family è il terzo album realizzato dalle quattro sorelle Sledge provenienti da Philadelphia: Debbie, Joni, Kim e Kathy. La casa discografica è la stessa del precedente album intitolato Together, Cotillion Records, una sussidiaria della prestigiosa Atlantic Records che ha ovviamente curato la distribuzione del disco. La svolta per le Sister Sledge arriva proprio con questo album grazie, soprattutto, alla produzione di Bernard Edwards e Nile Rodgers, da un paio di anni sulla cresta dell’onda disco con gli Chic. We Are Family viene registrato e mixato nei famosi Power Station Studios di New York e tra i tanti musicisti ci sono anche Edwards al basso e Rodgers alla chitarra che scrivono e arrangiano tutte le canzoni e rendono evidentissima l’impronta sonora a firma Chic

Backing vocals strepitosi con le voci di Alfa Anderson, David Lasley, Diva Gray, Norma Jean Wright e Luther Vandross. Il primo brano dell’album è subito una incredibile disco-hit, He’s The Greatest Dancer. Il singolo disco-mix, pubblicato in anticipo sull’album, vede riuniti insieme questo brano con quello che intitola il tutto, We Are Family. E’ il tipico Double A-side  disco mix che mette in risalto le due canzoni senza considerare lato A e lato B.Altri brani, indimenticabili, sono Lost in Music e Thinking of You, elegantissimi e, tanto per rimanere in tema, sciccosi. Anche One More Time è un bellissimo brano con le stesse caratteristiche sonore dei precedenti citati. Non mancano le ballate, dolcissime, Somebody Loves Me e You’re a Friend To MeEasier To Love è proprio un brano “alla Chic” che ricorda tanto i loro sofisticati mid-tempo.

We Are Family è stato ristampato su CD da Rhino Records (etichetta specializzata nelle riedizioni, in particolare quelle della casa discografica Atlantic) e, recentemente, è stato incluso in un cofanetto celebrativo degli Chic con i loro album più famosi in vinile compreso anche questo delle Sister Sldege che fanno sicuramente parte della “famiglia”. 

MANDY SMITH

Una delle star internazionali più famose al mondo è proprio Mandy Smith. La cantante britannica è diventata famosissima molto giovane, grazie alle sue canzoni che l’hanno resa celebre in tutto il globo. Da I Just Can’t Wait Positive Reaction, i brani della Smith hanno fatto innamorare intere generazioni. Non solo cantante, nel corso della sua brillante carriera Mandy si è dedicata anche al mondo della moda e a quello della recitazione, con ottimi risultato. Oggi Mandy Smith compie ben 51 anni, ma sapevate della sua relazione scandalosa avuta in passato? Era ancora un’adolescente quando ha iniziato una storia d’amore con un cantante famosissimo molto più grande di lei. Ecco di chi si tratta. Nata a Londra il 17 luglio 1970, Mandy Smith è una delle cantanti più apprezzate del panorama musicale internazionale.

. Il successo per la bellissima Mandy arriva fin da subito, così come le critiche e l’attenzione del gossip. Negli anni, infatti, gli episodi vissuti in giovane età hanno lasciato degli strascichi nella Smith, anche molto pesanti. Si tratta di anoressia nervosa e altri disturbi, che hanno accompagnato la cantante per anni, sebbene lei stessa non abbia mai confermato o smentito il suo attuale stato di salute. Ecco che cosa le è successo. A soli 13 anni, Mandy conosce un uomo famosissimo con il quale ben presto intraprendrà una relazione. Si tratta del bassista di una celebre band, i Rolling StonesBill Wyram.

A destare maggiormente l’attenzione delle cronache rosa di quegli anni è la notevole differenza di età tra i due. Si parla, infatti, di ben 34 anni che intercorrono tra i due. Questo, però, non sembra essere un ostacolo al loro amore, tanto che Mandy e Bill decidono di sposarsi nel 1989. Il matrimonio, però, finisce pochi anni dopo, a causa della relazione tra il bassista e la mamma della Smith. La storia d’amore fa il giro del mondo e viene aspramente criticata e ritenuta scandalosa.

1 commento su ““Venerdì in Vintage”DJA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.