“Venerdì in VINTAGE”-DjA

Con Dj Angelino

Laura Ann Branigan

New York, 3 luglio 1952 – Southampton, 26 agosto 2004 è stata una cantante statunitense. Nata in una famiglia con origini irlandesi e italiane, attiva dal 1979, nella sua carriera discografica ha prodotto 20 singoli e alcune colonne sonore di pellicole cinematografiche; tra queste, è famosa la versione inglese di «Gloria», cover del successo di Umberto Tozzi

Con il brano «Imagination» è presente nella colonna sonora del film Flashdance del 1983, prodotta da Giorgio Moroder e Phil Ramone. Ha interpretato anche il brano «Self control», portato al successo dal cantautore Raf nel 1984.

La sua canzone «Hot Night» è presente nella colonna sonora ufficiale del film Ghostbusters del 1984. Inoltre, alcuni dei suoi brani sono stati inseriti nel film del 1984 Body Rock. Ha anche interpretato piccoli ruoli in alcune note serie televisive come Automan e CHiPs. È morta nel sonno il 26 agosto 2004 a soli 52 anni, probabilmente a causa di un aneurisma cerebrale. Infatti era da circa due settimane che lamentava delle forti emicranie.

Lionel Richie

Originario dell’Alabama, Lionel Richie –nato nel 1949 – scrive la storia della musica pop prima con i Commodores e poi con una carriera da solista.
Le sue canzoni – tra le quali figura “We are the world” – gli permettono di vincere un Oscar, un Golden Globe, cinque Grammy, più di altri quaranta premi in tutto il mondo e vendere oltre cinquanta milioni di album come artista solista.

I Commodores ottennero un notevole successo commerciale con ballate d’amore scritte e cantate da Richie. 
Queste canzoni includevano i singoli R&B numero uno “Slippery When Wet” (1975), “Just to Be Close to You” (1976) e “Easy” (1977), e i successi numero uno della rivista Billboard degli Stati Uniti Hot 100 e R&B ” Tre volte una signora” (1978) e “Ancora” (1979). 
Nel 1980 ha scritto e prodotto “Lady” per il cantante country Kenny Rogers; 
la canzone è stata una rivista di 
Billboard numero uno per sei settimane e rimane uno dei successi più popolari di Rogers. 
L’anno successivo, Richie scrisse e registrò (con Diana Ross) la canzone del titolo del film 
Endless Love . 
Uno dei singoli più venduti della Motown Records, ha fatto guadagnare a Richie una nomination all’Oscar,

BARRY WHITE

arry White, alias “The Maestro”. Il nativo di Galveston, in Texas, è noto per le sue canzoni di successo “You’re the First, My Last, My Everything”, “Can’t Get Enough of Your Love Babe” e “Never Never Gonna Give You Up”. White, (che è nato Barry Eugene Carter) è cresciuto tra bande e povertà nel centro sud di Los Angeles. Da bambino passava il tempo per i furti. Ha ascoltato la canzone “It’s Now or Never” di Elvis Presley mentre era in prigione e ha deciso di cambiare corso nella sua vita. White non ha iniziato come artista discografico. Era un rappresentante musicale dietro le quinte, firmando artisti per varie etichette musicali negli anni ’60. Ha firmato un gruppo chiamato Love Unlimited, quindi ha prodotto e arrangiato il loro successo “Walking in the Rain (With the One I Love)”. White sposerebbe anche un membro del gruppo di nome Glodean James.

Nel 1973, White ha intrapreso la sua carriera da solista su sollecitazione dell’uomo d’affari Larry Nunes. Quell’anno registrò “I’ve Got So Much to Give” con la canzone di successo “I’m Gonna Love You Just a Little More Baby”. La canzone ha raggiunto il numero 1 nelle classifiche R&B di Billboard e il numero 3 nelle classifiche Billboard Pop. White decise di costruire The Love Unlimited Orchestra, un gruppo orchestrale di 40 elementi che sarebbe servito come sottofondo strumentale per il suo album, Love’s Theme. Nel 1978, White ha collaborato con la CBS/Columbia Records per creare la sua etichetta, Unlimited Gold. Sfortunatamente, l’etichetta ha avuto un tributo finanziario su White entro 10 anni. Ha firmato con A&M Records nel 1987. È stato con A&M che ha sviluppato la canzone “Sho’ You Right”, una frase che sarebbe diventata la sua eredità tra i fan. La carriera di White ha ristagnato con le sue canzoni che hanno raggiunto la metà degli anni ’20 nelle classifiche di Billboard fino a quando ha collaborato con Quincy Jones nel 1990. Ha cantato una parte nella canzone “Secret Garden” che ha ricordato ai fan il suo suono profondo e sensuale.

L’artista ha realizzato molti altri album e ha collaborato con Tina Turner e Chris Rock (Basketball Jones).

White si era avventurato nella recitazione per tutta la sua carriera. Ha fatto molte voci fuori campo, tra cui Oldsmobile, Arbys Restaurants e con la società Apple per il loro primo ibook. Ha prestato la sua voce a diversi episodi di “I Simpson”.

Dopo aver sofferto di attacchi di malattia a causa del diabete e della pressione alta, Barry White è morto il 4 luglio 2003 per insufficienza renale. Le sue ceneri furono sparse al largo della costa della California dalla sua famiglia.

Barry White ha realizzato 106 album d’oro, di cui 41 hanno raggiunto il platino. È stato salutato come il pioniere della musica da discoteca. È stato inserito postumo nella Dance Music Hall of Fame nel 2004.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.