Trasmettere un messaggio nei cuori della gente

Oggi a zeropuntozeromhz abbiamo il piacere di recensire un grande artista emergente che dall’Emilia Romagna, più precisamente da Parma, che ha sempre avuto la passione della musica nel cuore e nonostante sia partito in sordina, nel corso degli anni è diventato una fonte inesauribile di produzioni musicali.

La Piazza del Duomo è uno splendido esempio di architettura romanica, uno dei posti più belli d’Italia. Il minuscolo spazio della piazza ospita ben tre edifici religiosi: il battistero, la cattedrale di Santa Maria Assunta e il Palazzo Vescovile.

Stiamo parlando di Giuliano Pramori. Nel 2011 incide la sua prima canzone in occasione di un evento sociale che, anche se il risultato finale non è stato quello atteso, gli permette di farsi conoscere davanti ad una folla di quasi 2000 persone. È un ottimo iniziò, la canzone ottiene successo e accende la speranza tra la gente che manifesta durante questo evento sociale. Questa esperienza gli insegna anche non sempre si può vincere, ma l’obiettivo principale è quello di trasmettere un messaggio nei cuori della gente.

Il suo esordio parte in sordina, forse frenato dalla timidezza e dalla paura di far parte di un mondo che esige capacità e competenze che solo pochi possono avere Proprio quell’evento del 2011 gli dona il coraggio di osare con sporadiche pubblicazioni di inediti, cover sul suo canale YouTube, fino al 2019, dove apre il suo canale ufficiale su YouTube, inaugurandolo con il singolo “TERRA”, canzone   di stampo ambientalista, prodotto con la collaborazione di Michael Lopez (EmeFlaj) per le musiche e della voce dell’amico Alberto Padovani. Questa collaborazione gli apre le porte del successo  e della pubblicazione di numerosi singoli interessanti.

Il 2020 gli propone la finale di Sanremo rock con due brani “SEGNI NEI SOGNI” e “IL PAPAVERO ” dove ottiene un altro riscontro dalla critica e dal pubblico. Il suo segreto artistico è quello di saper coinvolgere il pubblico che lo ascolta, facendogli intonare le sue canzoni e invitandolo a continuare ad esibirsi anche dopo il termine dei suoi concerti.
Questo suo successo è nato dalla passione per la canzone d’autore, dallo studio come autodidatta per la chitarra e alla sua sperimentazione nella stesura di testi e melodie personali.

Il suo lavoro si inserisce perfettamente nel genere pop, con una forte tendenza al romanticismo e al tema della giustizia sociale, sempre alla ricerca di un equilibrio che non lo faccia cadere nel genere melodico. I suoi suoni preferiti sono quello della musica che ha amato e studiato negli anni passati, anche se è sempre pronto a sperimentare nuove sonorità dettate dalle nuove influenze musicali della musica pop internazionale.

A fine 2020 pubblica il suo primo album “SINGING LOVE”, dove il suo cuore emiliano, la sua voce caratteristica e la sua chitarra, fanno da protagonisti in questo interessante lavoro. I 22 brani +3 bonus track sono disponibili all’ascolto sulla sua pagina ufficiale di YouTube. Oggi a zeropuntozeromhz ascolteremo il suo singolo “VADO AL MARE”, pezzo swing-dixieland che bel testo si ispira a “Il blu dipinto di blu” di Domenico Modugno e prodotto con l’arrangiamento di Donatello Menna. La canzone racconta l’intreccio tra il desiderio del mare e la sublimazione per la propria musan un viaggio immaginario all’interno di uno dei più grandi capolavori della musica italiana. Ma ora ecco a voi Giuliano Pramori con “VADO AL MARE”, per voi su ZeroPuntoZeroMHz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.