“L’ultimo capolavoro della cantautrice Svedese li Lykke Timotei Zachrisson in arte “Lykke Li”

Il quinto album di Li vede un ritorno a temi familiari di amore e crepacuore

La cantante svedese Lykke Li ha definito il suo nuovo album Eyeye “il suo lavoro più intimo fino ad oggi”. Per quanto riguarda la musica di Lykke Li, a questo punto sembra quasi impossibile. La sua musica ha esplorato più e più volte le profondità del crepacuore. È possibile scrivere una canzone più intima di “Love Me Like I’m Not Made of Stone”?

Eyeye è il suo quinto album e vede Li tornare su argomenti familiari di amore e crepacuore. Torna anche a lavorare con Björn Yttling, che ha lavorato ai suoi primi tre album. Eyeye si lascia alle spalle gli esperimenti più elettronici di So Sad So Sexy del 2018 e torna a una scrittura e una produzione più minimali e essenziali . Sono stati utilizzati microfoni economici per la registrazione della voce senza cuffie o clicktrack ed è stata utilizzata solo la strumentazione dal vivo. Nonostante questo approccio fai-da-te, il suono di Eyeye è ampio. Le composizioni sono ariose e meravigliose, la registrazione ruvida aggiunge trame in profondità nel mix. Anche la sua scrittura di canzoni è forte come sempre.

Nonostante la sottile tracklist di sette canzoni, Eyeye è concettualmente il suo album più ambizioso fino ad oggi. L’album è accompagnato da video di sette minuti che si intrecciano in una storia più ampia. Lykke Li si è sempre sentita vicina al mondo del cinema. I suoi video musicali sono ambiziosi e ha recitato in film tra cui Song to Song di Terrence Malik e ha fatto musica con David Lynch. Ma la musica di Li si è spesso sentita cinematografica nelle sue emozioni e nei dettagli travolgenti, senza bisogno di effetti visivi.

È un progetto ambizioso che è bello ma alla fine sembra secondario rispetto alla musica. Anche il pensiero alla base di “fornire il pieno impatto di un film in 60 secondi sullo schermo di un telefono, che è dove la maggior parte delle nostre esperienze emotive si verificano ora”, sembra anche intrinsecamente falso.

Sarà affascinante vedere come questi video vengono incorporati in uno spettacolo dal vivo, ma per ora la musica parla da sé.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.