Lo sapevi che, Sultans of swing….

Il loro successo maggiore Sultans of Swing fu scritto da Mark Knopfler dopo una sera in un pub ad ascoltare live music. La band che suonava non era un granchè ma contrariamente alla bravura tutt’altro che elevata avevano un modo di presentarsi ben più elevato a partire dal nome appunto Sultans of Swing. Il brano parla di quella serata e di quel concerto live. La bravura di Mark Knopfler che suona la Fender Stratocaster col metodo del fingerpicking senza plettro ma pizzicandole con le dita.
Dopo anni di concerti Knopfler decise di proporre Sultans of Swing senza l’assolo finale. Poi parlando con la moglie le disse che aveva paura che la canzone non fosse più così apprezzata dal pubblico ai suoi concerti, dicendo che non faceva l’assolo. La moglie fortunatamente per i fans, gli consigliò di rifare l’assolo.
In studio di registrazione i Dire Straits stanno registrando money for nothing. Mark Knopfler dice che ci vorrebbe un’altra voce, tipo uno Sting che canta una strofa. Il produttore dice Sting? no problem. Sting era a registrare nel periodo allo stesso studio ed era li fuori in piscina in quel momento. Così gli dissero se voleva partecipare al pezzo cantando una strofa. Sting disse no problem. così canto i cori iniziali e ricalcando la melodia di De dododo De dadada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.