“Il Meglio Dì”- Luca Carboni

Luca Carboni è nato a Bologna. Nel 1976, a 14 anni, fonda la band Teobaldi Rock, con il ruolo di chitarrista e cantautore. Nel 1980 la band partecipa al festival Bologna Rock 80; l’anno successivo pubblicano il primo e l’ultimo singolo, “LN”/”Odore d’inverno”. La strada di Carboni cambiò quando gli Stadio lessero i suoi testi e gli chiesero una canzone per il loro primo album. La canzone è stata intitolata “Navigando controvento” ed è apparsa nell’album Stadio (1982). Il leader della band, Gaetano Curreri, lo ha aiutato nella realizzazione del suo primo album, pubblicato nel gennaio 1984 e intitolato …intanto Dustin Hoffman non-sbaglia un film : è stato coprodotto da Curreri e comprendeva collaborazioni con Ron e Lucio Dalla . L’album vendette 30.000 copie e il singolo “Ci stiamo sbagliando” più di 50.000, affermando Carboni nel panorama musicale italiano. In quell’anno vince il Festivalbar per la categoria Giovani.

Nel 1985 esce Forever , che vende 70.000 copie ed entra per alcune settimane nella Top Ten italiana. Dopo una pausa che ha dedicato all’interiorità e alla pittura, nel 1987 pubblica l’album Luca Carboni , che contiene una delle sue canzoni più apprezzate, “Silvia lo sai”, una storia di adolescenza e droga. Questa canzone e l’altra hit “Farfallina” portano l’album a vendere fino a 700.000 copie, raggiungendo la vetta delle classifiche italiane. Lo stesso album è stato ristampato in spagnolo nel 1989 ed è stato seguito da due tournée. Il meno pop e più impervio Persone silenziose (1989) vendette 500.000 copie e includeva il brano “Primavera”. L’album di maggior successo di Carboni fu Carboni , uscito nel gennaio 1992, contenente i successi pop “Ci vuole un fisico *e”, “La mia città” e “Mare mare”, che vinse il Festivalbar l’estate successiva. Carboni vendette più di un milione di copie e fu seguito, come di consueto per Carboni, da un tour estivo, questa volta su scala europea; ha anche cantato in otto concerti con Jovanotti.

Negli anni ’90 Carboni è passato a un’ispirazione più personale e minimalista, come dimostrano MONDO world welt monde (1995) prodotto volontariamente e grezzo e Carovana (1998), che ha realizzato principalmente da solo in casa. Trascorse i due anni successivi in ​​tournée, comprese alcune tappe all’estero. I suoi ultimi album sono Il tempo dell’amore (1999, una raccolta con due nuovi brani), LU*CA (2001) e …le band si sciolgono (2006), che include collaborazioni con Gaetano Curreri, Pino Daniele e Tiziano Ferro . Nel gennaio 2009 ha pubblicato Musiche ribelli , una raccolta di cover di cantautori italiani degli anni ’70 e ’80 come Eugenio Finardi, Enzo Jannacci, Francesco De Gregori, Edoardo Bennato e Pierangelo Bertoli.

In un’intervista nel 2011 si è descritto come cattolico praticante. Frequenta regolarmente il M*. Il 1 ottobre 2013, per festeggiare i 30 anni di carriera è stata pubblicata la nuova compilation “Fisico & Politico” contenente 3 brani inediti e 9 grandi successi già incisi dall’artista in precedenza, replicati in duetto con Tiziano Ferro, Elisa, Chris Brown, Alice , Miguel Bosé, Franco Battiato, Biagio Antonacci, Cesare Cremonini e Samuele Bersani. In duetto con Fabri Fibra viene suonato il nuovo e primo singolo estratto dall’album “Fisico e Politico”. Gli altri sono brani inediti. “C’è sempre una canzone” scritta da Luciano Ligabue e dimentica (Dimentica). Il 7 febbraio 2020 è uscito l’album Masini +1 30th Anniversary di Marco Masini , contenente il brano Vaffanculo in duetto con Luca Carboni. Il 3 aprile esce il singolo Canzone sbagliata del rapper Danti in duetto con Shade e Luca Carboni. L’8 maggio 2020 è stato pubblicato come download digitale il singolo Ma il cielo è sempre più blu (Italian Stars 4 Life, cover del brano Ma il cielo è sempre più blu di Rino Gaetano del 1975, con Luca Carboni in una collaborazione corale ( registrato a distanza) con cinquantaquattro tra i più apprezzati cantanti e musicisti italiani. Il brano è stato realizzato per sostenere la Croce Rossa Italiana durante l’emergenza COVID-19. Il 10 luglio 2020, La canzone dell’estate, scritto da lui durante la quarantena, è stato rilasciato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.