GABRIELE BELLINI è il protagonista indiscusso di “REBELLION PARTY”

Oggi ZeroPuntoZeroMHz e Mr. Jack, il boss di Wanikiya Record & Promotion, vi faranno conoscere un chitarrista di livello internazionale ed insegnante di professione, recensito dalle riviste rock più importanti del settore, Gabriele Bellini che ha saputo sempre mantenere un’identità propria ed originale, unendo alla sua impeccabile tecnica una profonda ispirazione proveniente dalla sua anima sempre in viaggio alla ricerca di sperimentazioni attraverso i suoni, nuovi limiti e confini della musica.

Ha imbracciato la sua prima chitarra a 11 anni studiando per diversi anni da autodidatta (non per scelta) e collezionando una varietà infinita di metodi (libri, riviste, musicassette, vhs, cd e dvd) prevalentemente provenienti da oltre oceano.
Nel 1986 ha iniziato a dare le sue prime lezioni di chitarra.
Musicista eclettico fin dagli inizi , con la sua chitarra graffiante intraprende un lungo percorso introspettivo alla scoperta di tutto ciò che possa contribuire alla creazione personale di un mondo nuovo da modellare nel presente con la propria forza di volontà.
Dopo circa 20 anni di svariati progetti e collaborazioni artistiche (Exodus – Hyaena – Ammagamma Antonio Aiazzi – RitmeniaZoo – Andrea Agresti – Artelettrica – Dynamo..), dopo una dozzina di album realizzati ed innumerevoli esibizioni live,, queste idee gettano le basi di ‘P. A. S. E.’ , primo album solista del 2006, al quale, farà seguito nel 2008 ‘DE REVOLUTIONIBUS ORBIUM CELESTIUM’, album prevalentemente strumentale e seconda tappa del viaggio onirico del maestro.

Nel 2009 ‘EVOLUTION’, il terzo album solista e terza tappa della trilogia e del viaggio che riassume tematiche importanti quali la ricerca, il sogno, la realtà, la conoscenza, il futuro.
Nel 2009 esce il primo dei 3 album di Andrea Agresti (la “Iena”) che vede il maestro alle prese con arrangiamenti, chitarre e bassi.
Nel 2010 arriva ‘HUMAN’S SOUND SIGNAL’ un ‘best-of’ dei pezzi cantati di questo poliedrico musicista, ri-arrangiati e remixati.
Un album che riesce a riscuotere un sempre più ampio consenso di critica e pubblico.
Sempre nel 2010, insieme a Giacomo ‘Jac’ Salani, Mirko ‘Bassbreaker’ Serra e Michel Agostini, realizza il nuovo progetto PULSE-R: una band imprevedibile, essenziale, ironica, melodica che rappresenta la fusione rock di mondi diversi, alternativi ed apparentemente opposti.
Nel 2012 è la volta di ‘RECREATION – THE DAY OF MIND’, dedicato a chi crede che la propria volontà sia la forza primaria per poter ricreare qualsiasi cosa e che non sia solo un’utopia la possibilità di creare un mondo nuovo che ci appartenga veramente.
Dicembre 2012: primo capitolo di ‘UNDERWORLD COLLECTION, Chapter 1: COLLISION’ .
Ossia il suono dei talenti sommersi: 14 artisti che attraversano tutti i confini dei generi.
L’idea è quella di valorizzare e promuovere con tutte le forze possibili la scena musicale sotterranea, ricchissima di talenti che da soli faticherebbero ad emergere.
‘INSIDE THE SPECTRUM’ (sotto il moniker GBMC, 2013) non è solo un progetto ma è molto di più. E’ un’emozione intensa e vibrante; è un viaggio passionale che si espande nei ricordi e nei pensieri che nascono e prendono forma nei cuori di Gabriele Bellini e Mario Candido (entrambi ex HYAENA).
Novembre 2013. Gabriele Bellini presenta il secondo capitolo di UNDERWORLD COLLECTION, di cui è sempre il produttore artistico. Questa volta il progetto è indirizzato alle band senza esclusione di genere.

Nel luglio del 2014 , insieme all’inseparabile Giacomo ‘Jac’ Salani (vicepresidente e titolare de La Fucina Studio), il maestro crea una nuova etichetta discografica, la QUAROCK RECORDS.
E ‘QUAROCK SHOTS’ è la compilation che inaugura la nuova avventura.
E’ un’esplosione di musica senza esclusione di genere che ha per filo conduttore esclusivamente la qualità della musica che viene proposta.
Nel 2014 Gabriele Bellini festeggia i suoi 30 anni di carriera e regala al suo pubblico l’ultimo album ‘30 YEARS 1984-2014’, dove ripercorre le fasi più significative del suo percorso musicale.
Il 2015 è l’anno di grandi conferme e di costante e continua espansione per la QUAROCK RECORDS, la nuova label toscana, capace di sfornare solo nel primo anno di attività oltre una dozzina di album.
Tutte nuove produzioni di qualità e di alto spessore tecnico/artistico.
Non ultimo è il nuovissimo platter di Gabriele Bellini. ‘ACOUSTIC SPACES’ è un album di ispirazione acustica (lo strumento predominante è la chitarra classica).
10 brani inediti, scritti, registrati, mixati e realizzati completamente nell’arco di un solo mese, nella magica atmosfera de La Fucina Studio.
Operazione inconsueta rispetto a tutte le precedenti produzioni, frutto di un vero e proprio ‘carpe diem’, la completa cattura di un grande momento di forte ispirazione, nel quale la magia del luogo e dello studio hanno recitato un ruolo di prim’ordine, rendendo possibile il compimento di questo bizzarro, fantasioso e particolarissimo quadro artistico musicale.
Nel dicembre dello stesso anno, tornano i Pulse-R con il terzo lavoro ufficiale, il primo dopo l’uscita dalla band del bassista Mirko Serra e l’ingresso di Vieri Pestelli.
“ACROSS THE SKY”, un lavoro articolato ricco di sfumature e tanta musica.
Una band che porta con sé radici e background diversi tra di loro, ma mai incompatibili ed allora si possono ascoltare accostamenti tra il metal più sperimentale, le melodie accattivanti del pop ed un gusto mai banale per le sorprese sonore.
I Pulse-R si presentano con un disco ricchissimo di spunti, non semplice all’ascolto, ma stratiforme.
Ci si può fermare al primo livello ed apprezzare le melodie, oppure cominciare a scendere nella spirale sonora e scoprire gli incastri e le sorprese che solo ripetuti ascolti possono portare in evidenza.
Un lavoro da ascoltare dall’inizio alla fine, nella sua totalità.
Nel giugno del 2016, con una nuova line up si riformano gli Hyaena del primo periodo anni 80 ed entrano in studio per registrare completamente dal vivo i brani dello storico Masterdemo del 1987, con incluso Phenomena (la cover del mitico brano dei Goblin!) inserito come bonus track nel nuovo album “METAMORPHOSIS REVISITED”.
Una scelta bizzarra di produzione nata in modo molto naturale e spontaneo, mirata a rappresentare nella maniera più semplice e diretta la grande e rinnovata voglia di portare ancora avanti un progetto del genere nei nostri tempi.
Il 2017 è l’anno della prima realizzazione discografica di un nuovo e particolare progetto: JMP (JAM MOVIE PROJECT).
Nato quasi per gioco in alcune esibizioni live con una formazione a tre (batteria, chitarra e voce), improvvisando su i temi piu famosi di film e serie tv, l’idea ha preso sempre più forma ed interesse fino ad arrivare al concepimento di un album.
2018 D. C. “Definitive Collection” è il nuovo album del maestro Gabriele Bellini. Si tratta di un accuratissima raccolta di brani estratti unicamente dalla propria discografia solista (9 album), oltre al nuovo singolo “The Journey Begins”, unico inedito dell’album che include anche 2 brani in nuove versioni remix con ospiti d’eccezione.
Questo decimo album sancisce sia la chiusura di un bellissimo ciclo che l’inizio di uno nuovo.
Con gli oltre 75 minuti di musica, questa nuova release, vuole decisamente andare oltre quella che può essere definita come la classica compilation, anche perché in realtà può semplicemente rappresentare il disco solista e al tempo stesso il viaggio più completo che molto probabilmente il maestro ha da sempre sognato di realizzare.

REBELLION PARTY è il nuovissimo “concept album” strumentale del maestro Gabriele Bellini.
Pensato, creato e realizzato nei primi mesi del 2021 e pubblicato ad inizio estate del medesimo anno.
In continuità con la concezione creativa che ha visto nascere i vari album precedenti della propria discografia, dalla prima Trilogia (Primo Acustico Shock Elettrico – De Revolutionibus Orbium Celestium – Evolution) a Recreation ed Acoustic Spaces, questo ultimo lavoro è il punto di arrivo più realistico e musicalmente più maturo dell’artista.
La scelta di usare come strumento portante (ad eccezione delle parti acustiche) la sua Fender Strato d’annata ha stimolato ulteriormente sia l’aspetto creativo che la voglia di mettersi in gioco, di sperimentare e di evolversi anche oltre certi limiti.
Anche la ricerca di un certo tipo di sound da dare all’intero album è il risultato di una moltitudine di suoni e colori, alcuni dal passato e rivitalizzati in questa occasione, in un nuovo contesto armonico
e melodico, spinte dagli elementi base (chitarra-basso-batteria).
Il tutto è eseguito con la più pura e cruda naturalezza, pur mantenendo viva quell’essenza dinamica, espressiva e comunicativa che caratterizza l’intero lavoro.
Profonde riflessioni, la costante ricerca in nuove forme di espressione, comunicazione, reattività ed azione, l’inesauribile credo/amore per la bellezza, oggi ancora più sentita come unica e imperdibile occasione di salvezza/rinascita.
Un disco per chi si lascia trasportare liberamente dalle proprie emozioni. Questo è ciò che ha ispirato il maestro a creare quella che potrebbe realmente rappresentare una vera “colonna sonora perfetta” dei nostri tempi.

“DISCOGRAFIA – PRODUZIONI”
GABRIELE BELLINI “Soloists Album”:

  • PRIMO ACUSTICO SHOK ELETTRICO “Trilogy Disc One (2006) –
  • DE REVOLUTIONIBUS ORBIUM CELESTIUM “Trilogy Disc Two (2007) –
  • ALIVE FROM THE FUTURE “Live Edizione Limitata (2008) –
  • EVOLUTION “Trilogy Disc Three (2009) –
  • HUMAN’S SOUND SIGNAL (2010) –
  • TRILOGY BOX “Edizione Limitata Trilogia (2010) –
  • RECREATION “The Day Of Mind” (2012) –
  • 30 YEARS “1984 – 2014” (2014) –
  • ACOUSTIC SPACES (2015) –
  • 2018 D.C. “Definitive Collection”

– REBELLION PARY (2021)

  • PULSE-R “Band”:
  • PULSE-R (2011) –
  • PULL ME DOWN (EP 2012) –
  • ACROSS THE SKY (2015)
  • HYAENA “Band”:
  • GREY SKY (EP 89/90) –
  • THE GROUND THE LIGHT THE SOUND (LP 91/92) –
  • LIVE, BOX AND JAM (93) –
  • SCENE (95) –
  • METAMORPHOSIS “Masterdemo 87” and “REMASTER 2006” –
  • PROGRESSIVAMENTE “1990/1995 “ (2008) –
  • METAMORPHOSIS REVISITED – 2016
  • RITMENIA ZOO “Band”:
  • FINOAQUANDOLOVUOITU “Raccolta 1996/2001 – 2007”
  • DINAMO “Band”:
  • ZERO TRE (EP 2003)
  • GBMC “Duo”:
  • INSIDE THE SPECTRUM (EP 2013)
  • JMP “Trio”:
  • JAM MOVIE PROJECT (2017)
  • ANDREA AGRESTI “Artista”:
  • ESILARANTE (EP 2004) –
  • AGRESTI DOMICILIARI (2004) –
  • IENA RIDENS (L’AGRESTI MAI DETTO?) (2009) –
  • ENZIMI DIGESTIVI (2013)
  • COMPILATION “Varie”:
  • NIGHTPIECES 4 (DRACMA RECORDS) “Hyaena 95” –
  • NO PLAYBACK (CONCORSO ARCI NAZIONALE) “Ritmenia Zoo 98” –
  • ETHNO ELECTRIC & AMBIENT (RAI TRADE/Videoradio) “G. Bellini 2007” –
  • UNDERWORLD COLLECTION Chapter 1 – COLLISION (2012) –
  • UNDERWORLD COLLECTION Chapter 2 – INVASION (2013) –
  • QUAROCK SHOTS (2014)
  • SOUNDTRACKS:
  • For the film TUTTI SOSPETTI “1st Prize xII National Review of Pergine Valdarno 2000” Gabriele Bellini & Giacomo Salani
    PRODUZIONI ARTISTICHE:
  • ALMASFERA (2006) –
  • DISCORDIA (FLASHBACK) (2010) –
  • SIC! SIC! (2011) –

– PLANTERS PUNCH (IL TAGLIO CON LA CARTA) (2012) –

  • UNDERWORLD COLLECTION “Chapter 1 – COLLISION” (2012) –
  • UNDERWORLD COLLECTION “Chapter 2 – INVASION” (2013) –

– QUAROCK SHOTS (2014) –

  • GRAVES OF NOSGOTH “DR. Fausten” (2014) –
  • BUG “Alpha” (2015) –
  • PAOLA PELLEGRINI LEXROCK “Dreams Come True” (2015) –
  • REMNANTS OF AUTUMN “Fragments” (2015) –
  • OPERA “La Ruota Del Destino” (2015) –
  • SANTA SANGRE “Ali d’Amianto” (2016) –
  • TOMBETO CENTRALE “Il Silenzio Della Collina” (2016) –
  • HANIWA “Helleven” (2016) –
  • MESS EXCESS “From Another World – Part.1” (2017) –
  • CAPITANI “The Cage” (2019) –
  • MESS EXCESS “From Another World – Part.2” (2020)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.