Bon Jovi

Dopo aver inaugurato l’era del pop-metal con il loro blockbuster del 1986 Slippery When Wet e i suoi singoli di successo “You Give Love a Bad Name”, “Wanted Dead or Alive” e “Living on a Prayer”, i Bon Jovi finirono per trascendere gli anni ’80, resistendo ai cambiamenti di stile e suono per diventare una delle più grandi rock band americane del loro tempo. A differenza di molti dei loro coetanei pop-metal dai capelli lunghi, la fama dei Bon Jovi non era limitato agli Stati Uniti. Slippery When Wet, il suo sequel del 1988 New Jersey e Keep the Faith del 1992 furono tutti successi internazionali, ognuno dei quali vendette oltre dieci milioni di copie in tutto il mondo. Un altro modo in cui differivano dagli altri preferiti di MTV alla fine degli anni ’80 stava nel modo in cui i Bon Jovi hanno cambiato i loro suoni in modo di adattarsi all’epoca. In primo luogo, il gruppo assennò lentamente la loro dipendenza dalle chitarre arena rock, enfatizzando melodia e ballate senza rifiutare l’hard rock. Incorporarono elementi di soft rock e country, mosse che aiutarono la band a sostenere la loro popolarità nel 21° secolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.