Willow Smith

Artista che sfida i generi, Willow reinventa il pop, l’R&B e il rock nel suo modo individuale. Come cantautrice, ha debuttato con il successo virale del 2010 “Whip My Hair”, diventando la più giovane artista ad oggi a segnare un singolo di doppio platino. Nel suo debutto autoprodotto del 2015, Ardipithecus, ha aggiunto texture alt-R&B al suo stile. Con The 1st del 2017, il suo suono si è evoluto fino a includere elementi acustici pastorali, mentre l’album autoprodotto del 2019 ha portato tocchi di dream pop nella sua musica. Nel 2021, il camaleonte pop ha aggiunto il punk rock al suo repertorio con Lately I Feel Everything. Lungo la strada, è stata una frequente collaboratrice con il fratello Jaden, così come Tyler Cole (come il duo the Anxiety) e Jahnavi Harrison (per R I S E del 2020). Oltre al cinema e alla musica, è anche un’icona della moda, sostenitrice dei diritti sociali e personaggio televisivo, protagonista insieme a sua madre e sua nonna del talk show familiare Red Table Talk.Figlia di Will Smith e Jada Pinkett-Smith, Willow, come i fratelli maggiori Jaden e Trey, ha iniziato a lavorare nel mondo dello spettacolo come attrice. È apparsa per la prima volta accanto al padre in Io sono leggenda (2007), che ha portato a ruoli in Kit Kittredge: An American Girl (2008) e Madagascar 2: Escape to Africa (2008), così come un paio di apparizioni nel programma televisivo True Jackson, VP (come una versione più giovane della star Keke Palmer). Nel 2010, l’etichetta Roc Nation di Jay-Z ha firmato Smith come vocalist. Il suo primo singolo, il rimbalzante “Whip My Hair”, è stato pubblicato più tardi quell’anno ed era nella Top 20 della classifica Hot R&B/Hip-Hop Songs di Billboard alla fine di ottobre. Il singolo ha ottenuto un doppio disco di platino, facendo della decenne Willow l’artista più giovane a raggiungere questo risultato. Nel 2011, ha vinto il premio Outstanding New Artist ai NAACP Image Awards.L’album di debutto di Willow Smith, Ardipithecus, è arrivato nel 2015. Esplorando diversi suoni e trame, il disco era un netto distacco da “Whip My Hair”, svelando un lato più alternativo della cantautrice – da qualche parte tra Lorde e Janelle Monáe – che ha anche prodotto dieci delle 11 tracce dell’album. Il suo secondo sforzo, The 1st, ha segnato un altro cambiamento di tono per la Smith. Pubblicato nel 2017, l’album si è concentrato su uno stile organico e cantautorale evidenziato in brani come “Boy” e “A Reason”. Il suo eclettico terzo LP, Willow, è apparso nel luglio 2019 ed è stato co-prodotto da Tyler Cole. Plaintive come The 1st, ma con più produzione, il breve set aveva un’energia sognante simile a Cocteau Twins e Mazzy Star e presentava il fratello Jaden su “U Know”. Il suo lavoro di collaborazione con Cole è stato esteso quando la coppia ha formato gli Anxiety, registrando un album autointitolato che è sbarcato nel marzo 2020. Alla fine di quell’anno, Smith ha collaborato con la musicista britannica Jahnavi Harrison per l’EP R I S E, incentrato sulla spiritualità.Nel 2021, Smith ha aggiunto il pop-punk al suo curriculum sonoro con il singolo pieno di angoscia “Transparent Soul” con il batterista Travis Barker. Quel brano – insieme ad altri due featuring di Barker – è approdato sul suo album successivo, Lately I Feel Everything, che è stato influenzato dai preferiti dell’infanzia come Paramore e My Chemical Romance. Buttandosi a capofitto in questo nuovo spazio, ha anche reclutato ulteriori ospiti Avril Lavigne, Tierra Whack, e Cherry Glazerr.

https://youtu.be/4Q97ilVo1T4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.