“#VORTICE” Frank Julian

Siete pronti per un viaggio siderale? Allora allacciate le cinture, premete play e partite con l’ascolto di “#VORTICE”, l’ultimo singolo di questa nuova leva della musica rock elettronica. Sei minuti e oltre di pura musica strumentale che, testuali parole dell’artista, “#Vortice è un flusso miscelato di emozioni, dove il bello o il brutto, il buono o il cattivo esistono. Semplicemente, in questo #Vortice la positività e la negatività coesistono allo stesso istante e confluiscono in un collo di bottiglia a tal punto da frenare la nostra vera essenza generando una esplosione o una implosione di noi stessi.” Sei minuti e oltre di rock psichedelico che fanno fare un balzo nel passato dove le sperimentazioni underground del rock, unite ad atmosfera trance prodotta dalle sperimentazioni elettroniche, ci rimandano ai tempi degli anni ’60, dove questo tipo di suoni erano un must del periodo musicale.

Frank Julian

Dal punto di vista sonoro abbiamo la sperimentazione di nuove sonorità abilmente create in studio con le migliori tecnologie software e hardware, l’introduzione con ill basso elettrico, l’avvicendamento delle tastiere, l’assolo della chitarra accompagnati dal ritmo avvolgente della batteria, dopo una lunga sensazione di ipnosi provocata dal campionatore, l’ascoltatore arriva al culmine del suo viaggio psichedelico e si raccoglie in un’unica soluzione, l’anima mistica delle produzioni delle migliori band rock progressivo della storia della musica.

La scelta di un video monocromatico, semplice nell’idea, ma che con la sua ripetizione di esecuzione incornicia in modo perfetto il passare del tempo in un ritmo vorticoso e al contempo rallentato, portano l’ascoltatore a lasciarsi andare e a sentirsi inglobato nel contesto.

Il comandante “virtuale” di questa esperienza sonora è Frank Julian, batterista fin dall’inizio della sua carriera musicale, bassista d’esperienza, chitarrista da poco tempo, ha saputo creare un connubio con la sua professione di tecnico informatico carpendo tutti i segreti necessari per elevare ad alti livelli i suoi progetti musicali.

Musicalmente è cresciuto sotto l’influenza dei Pink Floyd, Alan Parsons Project, Nirvana per poi avvicinarsi al rock metal degli Helloween. Queste influenze sono presenti nei suoi lavori e solo perché compare la sua firma, non possono essere scambiate per tracce inedite di queste band. Prima di dedicarsi a progetti da solista, il suo curriculum musicale racconta la sua presenza in molte band rock, progressive, metal sia come batterista che come bassista. Il suo primo progetto SNES Project, dove si interfaccia la sua esperienza di musicista con quella lavorativa, porta alla rielaborazione di colonne sonore di videogames. Passando per il suo secondo album strumentale “ReBorn”, dove situazioni personali, lo hanno fatto rinascere spalancandogli i cancelli della sua attuale dimensione musicale.

Arrivando ai primi tre singoli del suo nuovo album “G1RL5”, dove questa volta, racconta in musica il carattere delle donne che hanno avuto un forte impatto su di lui creando anche un filo conduttore con il precedente album “ReBorn”.

Album di genere rock progressivo, dove la sperimentazione della fusione con la musica elettronica svolge un ruolo innovativo e che è ancora in fase di ultimazione.

È un album da scoprire facendo particolare attenzione ai video che ci mostrano, sotto mentite spoglie, quali sono le potenzialità di Frank Julian.

Tutti i suoi album e i singoli inediti, possono essere ascoltati su tutti i principali Digital stores e sono prodotti dalla sua etichetta discografica indipendente Frank Julian Project.

Oggi a zeropuntozeromhz ascolteremo il singolo “#VORTICE” …. Buon ascolto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.