“Venerdì in VINTAGE” con DjA

Dj Angelino

LA BIONDA – D.D. SOUND

I due nomi identificano i fratelli Carmelo e Michelangelo La Bionda, che compongono i due gruppi musicali tra i precursori nella produzione della Discomusic Italiana. Milanesi di adozione sono attivi dagli inizi degli anni 70 come artisti e editori principalmente per cantanti e cantautori italiani. Finita questa esperienza si trasferiscono in Germania che in quel momento era la culla della musica da discoteca e si fanno chiamare D.D. Sound, nel 1977 incidono una serie di successi a 45 giri tra cui Disco BassBurning love e pubblicano l’album Disco Delivery, pochi mesi dopo ritornano con il 33 giri: 1, 2, 3, 4… gimme some more!, anche titolo del singolo, oltre a We like it Boogie Bass. Un anno dopo si ripetono con il 33 giri Cafè, che contiene She’s not a discolady. Nel 1979 producono The hootchie cootchie, nell’ 81 il Mix Wake up in the night ha pero’ uno scarso riscontro. Stessa esplosiva vena artistica per gli album targati La Bionda, che escono quasi in coincidenza con gli altri, nel 1978 arriva il tormentone a 45 giri One for you One for me, album La Bionda, 1979 il 33 giri Bandido, singolo: Bandido e Disco roller, 1980 l’Hit single: I wanna be your lover, 1981 esce: Boxes ma il brano ha poco impatto. Con l’inizio degli anni 80 i fratelli si dedicano alle colonne sonore dei film e parallelamente nel 1983 inizia la collaborazione con i Righeira, sono loro pezzi famosissimi come Vamos a la playaNo Tengo Dinero e L’estate sta finendo. La loro carriera continua musicalmente perchè gestiscono degli studi di registrazione , dove molti artisti internazionali e non si appoggiano per le loro produzioni.

Baccara

Baccara è un duo musicale femminile spagnolo attivo dagli anni settanta e che ha avuto il periodo di maggior successo negli anni ottanta e novanta. È conosciuto per canzoni note su scala internazionale come Yes Sir, I Can Boogie e Sorry, I’m A Lady.

Le due cantanti del girl group sono le spagnole Mayte Mateos (7 febbraio, 1951) e María Mendiola (4 aprile, 1952). La loro musica è un mix degli stili disco music e pop music, con testi in lingua inglese, cantate col peculiare accento della lingua spagnola.

Nel 1976, dopo la loro uscita dal Balletto della Televisione Spagnola, Mayte Mateos e María Mendiola formarono il duo Venus. Mayte e María fecero la loro prima apparizione televisiva come duo nel programma Palmarès, dove agivano evocando le sorelle Kessler. Il contratto che avevano firmato con una sala di spettacoli di Saragozza arrivò alla sua fine ma, grazie ai suoi contatti personali, María gestì alcune presentazioni nelle Isole Canarie.

Nel 1977, le Baccara vendettero più di 16 milioni di esemplari del singolo “Yes Sir, I Can Boogie”, finendo registrate nelle pagine del Libro Guinness dei Records come il gruppo musicale femminile che aveva venduto più dischi fino a quella data. “Yes Sir, I Can Boogie” fu il primo singolo, interpretato da un duo femminile, che arrivò ad essere numero uno nel Regno Unito, ed il primo per un artista spagnolo fino a Julio Iglesias, quattro anni più tardi.

Le Baccara rappresentarono la Germania Occidentale con la canzone “Mad In Madrid” nell’ottava edizione del Festival Mondiale della Canzone Popolare, celebrato nel novembre 1977. Mayte e María erano le grandi favorite del Festival ma ottennero solo il quattordicesimo posto. Questo Festival era il concorso musicale più grande del mondo e si basava sulla filosofia in base alla quale la musica è la lingua comune di tutta l’umanità, senza tenere conto dei limiti politici ed economici. Fu organizzato dal 1970 fino al 1989 per la Fondazione Musicale Yamaha nella città di Tokyo, Giappone e vi prendevano parte paesi di tutti i continenti.

Le Baccara parteciparono all’Euro Festival di 1978, rappresentando il Lussemburgo con la canzone “Parlez-Vous Français?”. Ricevettero il massimo punteggio da parte dell’Italia, Portogallo e Spagna, ma finirono settime. Nonostante questo, il brano fu il più venduto tra tutti quelli che parteciparono a quell’edizione del Festival.

Nel 1978, le Baccara ricevettero il Premio Bambi che concede il Gruppo Editoriale Burda, e che è il premio più importante che danno i mezzi di comunicazione in Germania. Questo Premio lo ricevono personalità prominenti che riescono a situarsi nel centro dell’attenzione pubblica, la cui attuazione apporta alla gente valore per affrontare il futuro.

Nel 1979, in occasione dell’Anno Internazionale del Bambino (dichiarato così dall’O.N.U.), le Baccara registrarono la canzone “Eins Plus Eins Ist Eins” per celebrare il ventesimo anniversario della Dichiarazione dei Diritti del Bambino ed incoraggiare la sua applicazione.

Dopo una serie di grandi successi come “Sorry, I’m A Lady”, “Darling”, “The Devil Sent You To Laredo”, “Body-Talk” e “Ay, Ay Sailor”, il duo si disintegrò in seguito ad una gran polemica che sorse col lancio dal singolo “Sleepy-Time-Toy”. Nel 1981, dopo avere registrato il loro quarto album, entrambi i membri decisero di iniziare carriere separate. Né Mayte né María ottennero molto successo come soliste e, dopo alcuni anni, si cercarono nuove compagne e rifecero il duo. A partire da quel momento, ci furono due formazioni con lo stesso nome: Baccara. Attualmente, María ha come compagna Marisa Pérez (dal 1985), e Mayte fa coppia con Paloma Blanco. Baccara continua presentandosi in tutta l’Europa e non ha smesso di lanciare nuovi dischi sul mercato nelle sue due formazioni.

Nel 2004, Baccara (la formazione di Mayte Mateos) tornò a cercare fortuna all’Eurovision Song Contest. Partecipò al concorso di preselezione per rappresentare la Svezia (Melodifestivalen) con la canzone “Soy Tu Venus”, ma non fu scelta poiché la stella svedese, Lena Philipsson, ottenne il trionfo tanto locale quanto a livello internazionale. Christer Björkman, direttore del concorso, dichiarò che Baccara rappresentò un elemento rinnovatore ed esotico nell’edizione 2004 della competizione per scegliere la canzone svedese.

Nell’agosto del 2005, Baccara (la formazione di María Mendiola) ebbe l’onore di plasmare le orme delle loro mani nella Passeggiata delle Stelle del centro commerciale Gasometer City, nella città di Vienna, Austria, davanti ad una moltitudine di reporter e di fans che celebrarono l’immortalità del famoso duo.

Nel dicembre 2009, lo spot pubblicitario dello stilista Cesare Paciotti ebbe come colonna sonora la canzone di Baccara “Yes Sir, I Can Boogie.” così come nel 2012 lo spot delle cover telefoniche della “Puro”.

La canzone “Sorry, I’m A Lady” di Baccara fa parte della colonna sonora originale del film Mine vaganti (2010) del regista turco Ferzan Ozpetek: il brano fa da sottofondo ad una delle scene più esilaranti della pellicola, in cui i protagonisti improvvisano un balletto in mare.

AMII STEWART

Amii Stewart è una grande cantante statunitense, diventata famosa negli anni ’70 per aver interpretato i brani più belli della storia della Disco music. Il grande pubblico italiano, però, la conosce soprattutto per le sue collaborazioni con cantanti di spicco dal calibro di Eros Ramazzotti e Gianni Morandi: è in Italia, infatti, che la cantante ha deciso di portare avanti la propria carriera artistica. Amy Paulette Stewart nasce a Washington nel 1956. Dotata di un grande talento musicale, negli anni’ 70 si avvicina al mondo della musica, nello specifico quello della Disco Music, un genere musicale che in quel periodo andava per la maggiore. Tra i suoi brani più belli di quella stagione spiccano Knock on Wood, il brano che la porta al successo, e Light my Fire, bellissima cover dei Doors.

Il destino, però vuole che la cantante sbarchi in Italia, dove riscuote così tanto successo da avere la grande occasione di esibirsi addirittura davanti a Papa Giovanni Paolo II! Pensate che nel 2013, quando Amii aveva già alle spalle una grande carriera, ha anche collaborato con il giovane Gabry Ponte, per il brano Sunshine Girl. In un’intervista rilasciata a Panorama, Amii Stewart ha confessato di amare tantissimo la musica di Donna Summer: è sempre stata lei il suo più grande punto di riferimento. Parlando del periodo italiano, poi, Amii ha ribadito che tra i suoi numerosi progetti, quello che sicuramente gli è rimasto più nel cuore è la collaborazione artistica con il grande Ennio Morricone, con il quale ha avuto l’onore di registrare la colonna sonora di La piovra e Nuovo Cinema Paradiso. Amii è legatissima all’Italia: è in questo paese che ha conquistato le sue più grandi soddisfazioni. La cantante non rimpiange niente, a parte il brutto ricordo della collaborazione con Giorgio Moroder: con il grande producer, infatti, nonostante la cantante lo stimi ancora tantissimo, non è mai riuscita a esprimersi appieno. Amii Stewart ha all’attivo un gran numero di album e singoli si successo. 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.