“venerdì in VINTAGE” con DjA

CC CATCH 

Gli adolescenti degli anni ottanta impazzivano per la bionda tedesca Si Si Ketch. Le sue canzoni erano i successi costanti delle discoteche e i poster raffiguranti la bellezza valevano il loro peso in oro. Carolina Katharina Müller (questo è il vero nome dell’artista) sognava di essere una cantante sin dall’infanzia e ha realizzato il suo sogno.In molti modi, la vita della ragazza è stata determinata da suo padre. Credeva nel talento di sua figlia e divenne persino il suo manager.

Un ruolo altrettanto importante nella nascita del cantante C. C. Catch appartiene a Dieter Bohlen, cantante, compositore e fondatore del gruppo Modern Talking. Ha visto Katarina al concorso e l’ha invitata a collaborare, e nel 1985 è diventato un produttore. Allo stesso tempo, è nato lo pseudonimo C. C. Catch, in cui le prime due lettere significano il nome della ragazza, e la parola “catch” (to catch) è stata presa in prestito dalla lingua inglese. Il nuovo nome ha portato gloria all’aspirante cantante: i successi di C.C. Ketch alla fine degli anni Ottanta hanno invariabilmente conquistato le classifiche europee. Ad un certo punto, la performer ha deciso di lasciare le cure di Bohlen, ma le è costata la carriera.

MODERN TALKING

I Modern Talking sono stati gruppo musicale tedesco composto da Dieter Bohlen e Thomas Anders. Tra il 1985 e il 1987 nel periodo della prima esperienza musicale vendono più di 60.000.000 di dischi in tutto il mondo con solo 3 CD all’attivo.
Alcuni tra i loro brani più celebri sono “You’re My Heart,You’re My Soul”, “Cheri Cheri lady”, “Atlantis Is Calling”, “Brother Louie”, tutti raccolti nei primi tre album della loro produzione. A questi seguono altri hit come “Geronimo’s Cadillac” e “In 100 Years”. Testi e suoni delle canzoni vengono scritti tutti da Dieter Bohlen che affida una ritmica assai studiata alla maggior parte dei suoi brani, mentre la voce è di Thomas Anders. Il loro successo si configura soprattutto in Germania e in Russia. In Italia il loro successo è legato soprattutto ai singoli You’re My Heart, You’re My soul e Cheri Cheri Lady, ma anche i dischi che seguono hanno comunque riscosso un discreto successo di vendite.

Terminato questo breve triennio di successi internazionali, il duo si scioglie, e Bohlen si dedica ad un progetto tutto suo, i Blue System, con notevoli risultati in termini di successi. Ma la storia del duo non era ancora finita e con sorpresa riappaiono dopo circa dieci anni, pubblicando nel 1998 l’album “Back For Good”, massimo successo nella storia del gruppo; trattasi di un’antologica raccolta dei brani di punta della prima parte della loro carriera, ampiamente rivisitati.
Fino al 2003 producono un disco all’anno, quando annunciano l’addio alla musica. Al 2005 hanno venduto circa 120.000.000 di dischi. Ma la storia dei Modern Talking non è ancora finita: in pieno clima da revival anni ’80 la Sony BMG ha sfornato lo scorso 12 ottobre un album di esclusivi remix dei Modern Talking dal titolo Re,ix Album (Best Of The Best). L’album contiene i remix e alcune versioni inedite dei più grandi successi di tutta la carriera dello storico duo tedesco e si affianca al doppio CD The Hits, uscito anch’esso nel 2007. Mentre Anders ha deciso di seguire la pista solista, Bohlen si è già lanciato in un nuovo progetto e lo scorso ottobre è uscito “Unbelievable”, il nuovo singolo di Dieter in coppia con il giovane Mark Medlock. Il brano anticipa il nuovo album di Medlock, scritto e prodotto da Bohlen, intitolato “Dreamcatcher”, in uscita il 9 novembre.
Pare proprio che in un modo o nell’altro la carriera dei Modern Talking sia destinata a proseguire…
Da ascoltare assolutamente You’re My You’re My Soul del 1984, numero 1 in ben 35 paesi con 8 milioni di dischi venduti (ma stranamente solo #56 in UK, paese dove i singoli dei MT non hanno mai avuto un grandissimo riscontro). Piccola curiosità: tutti gli album dei Modern taling fino al 2003 (tranne In The Garden Of Venues del 1987) hanno raggiunto la top3 tedesca.con ben 6 a l numero 1. In Italia, l’unico album di successo è stato Back For Good del 1998 con un ottimo 9 posto in chart. Curiosamente, in Italia, You’re My Heart, You’re My Soul è arrivata al numero 1 sia nel 1984 che nel 1998, quando il singolo venne riproposto in una nuova veste per l’uscita del best.

Bad Boys Blue sono un gruppo pop nato nel 1984 a Cologna in Germania. Il gruppo era originariamente formato dallo statunitense Andrew Thomas (nato il 25 maggio 1946 a San Francisco), dall’inglese John McInerney (nato il 7 settembre 1957 a Liverpool) e dal giamaicano Trevor “Supa T” Taylor (nato l’11 gennaio 1958 a Montego Bay, deceduto il 19 gennaio 2008 a Cologna). Il gruppo compose molte hit internazionali tra le quali You’re a Woman, Pretty Young Girl, I Wanna Hear Your Heartbeat e Come Back and Stay.

Il trio ha segnato vari successi internazionali tra cui Sei una donna, io sono l’uomoVoglio sentire il tuo battito cardiaco (ragazza della domenica) e Torna e resta.Nel 1988 Tailor lasciò il gruppo e fu sostituito da Trevor Bannister. E Bannister a sua volta lasciò il gruppo nel 1993. I due restanti membri del gruppo continuarono come duo fino a quando Mo Russel si unì a loro nel 1995.Dopo non aver pubblicato un singolo album per 2 anni, i Bad Boys pubblicarono Blue nel 1998 Indietro fuori, con il nuovo membro della band Kevin McCoy su questo disco che ha sostituito Russel.La musica dei Bad Boys Blue è stata paragonata a quella del duo tedesco Parlare moderno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.