“Venerdì in VINTAGE” con Dj A

Richard Paul Astley 

(nato il 6 febbraio 1966) è un cantante, cantautore e personaggio radiofonico inglese. È diventato famoso grazie alla sua associazione con il trio di produzione Stock Aitken Waterman; la sua registrazione nel 1987 della loro canzone “Never Gonna Give You Up” è stata un singolo di successo numero 1 in 25 paesi, vincendo nel 1988 il Brit Award come miglior singolo britannico. Al momento del suo ritiro nel 1993, Astley aveva venduto circa 40 milioni di dischi in tutto il mondo

Astley è tornato alla ribalta nel 2007, diventando un fenomeno di Internet quando il video musicale di “Never Gonna Give You Up” è diventato parte integrante del meme noto come “rickrolling”. Astley è stato votato “Best Act Ever” dagli utenti di Internet agli MTV Europe Music Awards 2008 e il suo album 50 del 2016 ha debuttato nel Regno Unito al numero 1.

Men At Work
I Men at Work sono un complesso rock australiano che ha conquistato il successo internazionale negli anni ottanta. Sono stati gli unici artisti australiani a piazzarsi alla prima posizione come album e singoli sia negli Stati Uniti, con Business as Usual, che nel Regno Unito, con Down Under. Il gruppo vinse nel 1983 il Grammy Award per l’Artista Rivelazione dell’Anno.
Colin Hay emigrò in Australia nel 1967 con la sua famiglia. Nel 1978 formò un duo con Ron Strykert. Il gruppo si espanse con l’aggiunta alle batterie di Jerry Speiser e il tastierista Greg Sneddon, che presto fu sostituito dal multi-strumentista Greg Ham. Dopo poco tempo la band reclutò il bassista John Rees ed il gruppo era completo.

A Caus’ Des Garcons

Definirla proprio “nuova di zecca” non risponde a verità. Però À cause des Garçons di Yelle è come il vino. Più invecchia e più piace. Risale all’esate del 1988, quando due ragazze francesi la lanciarono in tutta Europa. E per non sbagliarsi, si facevano chiamare esattamente come la canzone.

L’Italia la conobbe su Deejay Television, programma di Italia Uno che fra l’altro lanciò un giovanissimo Jovanotti. Fu un successo effimero, visto che il duo si dissolse dopo un altro paio di singoli. Vent’anni dopo a riproporla è la giovane Yelle, francese pure lei, vero fenomeno musicale emergente della Francia di oggi, il cui nome d’arte è l’acronimo dell’espressione inglese “You enjoy life“.

Quanto a Yelle, aspettiamo di sentirla in qualcosa di realmente inedito visto che anche il primo singolo “Je veux te voir” conteneva in realtà un “sample” (cioè una parte) del brano “Short dick man” dei 20 Fingers del 1994

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.