Tommy Emmanuel ” Scelto da musicisti di notevole importanza”


Tommy Emmanuel, quattro volte vincitore dell’Australia’s Best Guitarist Award, ha contribuito a portare l’arte della chitarra rock a una maggiore consapevolezza portando un senso di improvvisazione jazz in un mix che include anche blues, country, rock, musica classica e spagnola. Dopo anni come popolarare duettosta e cantautore, il due volte vincitore dell’ARIA Award lanciò la sua carriera solista nel 1988 con Up from Down Under. Seguirono diverse pubblicazioni, in particolare the Journey del 1993, che ha raggiunto il primo livello nelle classifiche airplay gavin e radio & records NAC. Ha mostrato una padronanza e un’affinità sia per gli assi elettrici che acustici, ed è stato scelto da musicisti di notevole importanza come Chet Atkins – con il quale ha registrato The Day Finger Pickers Took Over the World nel 1997 – e Todd Rundgren, che lo ha definito un innovatore dello strumento. È apparso solo nel 2001, seguito da Endless Road del 2002 (è stato finalmente pubblicato negli Stati Uniti tre anni dopo), Live One del 2005 e, nel 2006, sia Happy Hour (con Jim Nichols) che Mystery.Anche se Emmanuel si prese una breve pausa dall’industria musicale alla fine del 2007 per motivi di salute, quell’ottobre registrò tutte e tre le serate al Birrificio Sierra Nevada di Chico, In California. Queste registrazioni formarono Center Stage, un acclamato doppio disco live pubblicato nel 2008. Altrettanto ben accolto è stato Little by Little del 2010, una sorta di ritorno sotto forma di un doppio album in studio con una versione di buon gusto di “Tapestry” di Carole King. Arrivato nel 2011, All I Want for Christmas annuì in alcuni punti alle classiche registrazioni festive di John Fahey, mentre The Colonel & the Governor del 2013 lo vide fare coppia con l’altrettanto talentuoso chitarrista inglese Martin Taylor.Due anni dopo, ha consegnato il progetto solista It’s Never Too Late su Sony, seguita dai ricordi di Natale del 2016. Accomplice One, rilasciato alla fine del 2017 su Thirty Tigers, è stato un set storico. Emmanuel è apparso con una delle migliori e più ampie varietà di star della sua carriera, tra cui Jason Isbell, Mark Knopfler, Rodney Crowell, Ricky Skaggs, David Grisman, Suzy Bogguss e Jake Shimabukuro. Nel 2019, ha abbinato il chitarrista John Knowles per Heart Songs. La retrospettiva del 2020 The Best of Tommysongs è stata un doppio album di highlights della carriera e cinque nuove canzoni scritte per la collezione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.