SOTTOSOPRA, il nuovo singolo di Flavia Celano.

È uscito da pochi giorni, in tutti i digital store, “Sottosopra“, nuovo singolo della cantautrice lucana Flavia Celano.

Il pezzo analizza la società contemporanea, estremamente competitiva e accanita nel cercare di plasmare anche gli aspetti più personali dell’individuo (che carriera scegliere, se e quando formare una famiglia); chi non si adegua, viene irrimediabilmente spinto ai  margini.
Le sonorità si discostano da quelle più pacate solitamente utilizzate dalla cantautrice, rendendo evidente il messaggio di protesta nella musica come nel testo: chitarre elettriche, batteria più in evidenza e sonorità vicine all’indie piuttosto che al pop.
Rimane però, nella prima strofa, l’ukulele, divenuto ormai il marchio di fabbrica della cantautrice, lo strumento con cui la vediamo cimentarsi più spesso e con cui dice di sentirsi più a suo agio, seppure suoni anche il pianoforte.

Hanno collaborato alla batteria Valentina D’Angelo e alla chitarra Danilo Pantusa.

Gli altri strumenti sono invece suonati da Valerio Magli, produttore del brano.

“Probabilmente le persone che mi seguono da tempo noteranno il cambiamento di stile” dichiara Flavia Celano “ma si evince chiaramente anche che sono sempre io, solo con un percorso di crescita personale alle spalle da cui ho acquisito una maggiore consapevolezza di cosa mi sta bene e cosa no, sia a livello personale che artistico.
Questa canzone non giudica nessuna scelta di vita, anzi il contrario: dice che a ognuno dovrebbe essere permesso intraprendere la strada che sente più sua, senza condizionamenti esterni”

Flavia Celano, ha 26 anni e viene dalla Basilicata anche se ora vive a Roma per studiare musica al Saint Louis College Of Music.

Studio canta e pianoforte, e suono da autodidatta l’ukulele.

Ha 5 album all’attivo, ma consiglia l’ascolto dell’ultimo “Chiedo scusa”,  dell’EP “Oasi” e del suo ultimo singolo “Versi di fiato”.

Ha fatto parte del duo pop soul F Major Seven, formato da piano e voci.
Ha partecipato a vari concorsi, ed è arrivata col duo in finale a Emergenza festival nel 2019 e da sola al Premio Incanto nel 2018 a Roma, ha vinto un tour promozionale ad Anime di carta l’anno precedente,  e vari premi per i suoi inediti in Basilicata, la sua regione (es. Premio canta Raparo).
Nel 2021 è uscito il suo ultimo singolo “Versi di fiato” che ha vinto, tra gli altri, il premio Miglior testo al 2mari Song Festival a Taranto.

Ha iniziato a studiare canto a undici anni, ma canta da quando ero piccolissima, e scrive testo e musica dei suoi brani da una decina di anni, anche se il suo stile è cambiato molto nel tempo, ovviamente quando era più piccola era più commerciale, come lo era la musica che ascoltava, piuttosto che rivolgersi alle opere di cantautori come Niccolò Fabi (sua prima ispirazione da quando anni fa ha assistito a una sua masterclass), De Andrè, Silvestri e altri. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.