“Il Mio Vinile”- Thin Lizzy

I Thin Lizzy furono formati nel 1969 a Dublino dal cantante/bassista di colore Phil Lynott. Nell’anno dei Led Zeppelin, rappresentarono un tipo di hard rock meno intellettuale e giovanile, pi— vicino allo spirito della classe operaia e del proletariato. Coerentemente, i loro primi album, Thin Lizzy (Decca, aprile 1971), Shades of a blue orphanage (Decca, marzo 1972) e Vagabonds of the western world (Decca, settembre 1973) tentavano di fondere il folk irlandese e il rock’n ‘roll (Rocker, Whisky in the jar 1973).

Il chitarrista Gary Moore è un gruppo ma fu estromesso dopo solo quattro mesi. Da quel momento i Thin Lizzy adottarono la formazione a due chitarre (Scott Gorham e Brian Robertson) come i Wishbone Ash che fece il suo debutto con Night life (Mercury 1974), uno dei loro classici. Grazie ad un suono pi— coesivo dei due chitarristi e alle performance energiche del batterista Brian Downey, Fighting (Mercury 1975) present• un gruppo completamente diverso, serrato ed appassionato, aggressivo e romantico, provocatorio e malinconico, facendo affidamento su un caleidoscopio sonico di boogie, jazz, funk e soul. Le somiglianze con gli ultimi Who e Bruce Springsteen erano probatori. Johnny the Fox (Mercury 1976) contiene Non credere a una parola, Jailbreak (Mercury 1976) contiene il loro unico successo internazionale, I ragazzi sono tornati in città, ma anche canzone da cowboy.

Cattiva reputazione (Mercury 1977) Š un’altra informata di brani a colpo sicuro (a parte l’onirico Dancin’ in the moonlight). Rosalie (1978) e Waiting for an alibi (1979) furono i singoli che evidenziarono un nuovo cambio di direzione. Moore aveva sostituito Robertson su Black rose (1979) un poco convincente ritorno alle loro radici folk-rock (Fai tutto quello che vuoi). Moore dur• ancora pochi mesi. Dopo Chinatown (1980), un album di blues (Killer on the Loose), il tastierista Darren Wharton si un al gruppo per Renegade (1981). Per il loro disco heavy metal, Thunder and Lightning (1983), fu assunto da John Skyes. Il live album Life (Vertigo 1983) fu il canto del cigno e una sorta di auto tributo, dato che ogni membro del passato figurava presente.

Lynott mor di overdose nel 1986, dopo aver registrato il singolo Out in the fields (1985) con Gary Moore. Gary Moore, dopo aver ottenuto il successo con Parisienne Walkways (1979), divent• uno dei bluesman bianchi isolati di punta con i dischi G force (Mirage 1979), Corridors of power (Mirage 1983), Victims of the future (Mirage 1984) , Run for cover (Mirage 1986), Wild frontier (Mirage 1987), After the war (Mirage 1989), Still got the blues (Mirage 1990).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.