Band Iternazionali

Autori di uno degli album di debutto più venduti della storia, i Boston era essenzialmente il risultato del chitarrista e mago dello studio Tom Scholz. Appassionato di rock durante la sua adolescenza, iniziò a scrivere canzoni mentre studiava al MIT. Dopo la laurea, iniziò a costruire il suo studio di registrazione nel seminterrato della sua casa, dove Scholz e il cantante Brad Delp registrarono demo che gli valse un contratto. Anche se alcune registrazioni e sovraincisioni furono fatte in seguito a Los Angeles, l’uscita di Boston nel 1976 consisteva in gran parte di nastri registrati nel seminterrato di Scholz. Boston ha prodotto tre singoli di successo (“More Than a Feeling”, “Long Time” e “Peace of Mind”), e ha conquistato immediatamente la cima alle classifiche, rimanendo il disco pop più venduto nella storia prima di essere soppiantato dal primo album di Whitney Houston nel 1986.Nonostante il successo schiacciante del disco, Scholz passò più di due anni a lavorare al seguito, la hit numero uno del 1978 Don’t Look Back; perfezionista, ha pubblicato l’album solo a causa dell’intensa pressione dell’etichetta per il prodotto. Insoddisfatto dei risultati, giurò che avrebbe prodotto il prossimo album al suo ritmo; come risultato, il Terzo Stadio non compare fino al 1986, quando solo Scholz e Delp rimasero nella formazione originale.Scholz trascorse gli anni successivi in aula: alla fine, vinse una battaglia di sette anni contro la casa produttrice, che affermò che Boston aveva rinnegato il suo contratto a causa del troppo tempo impiegato. Quando la band riemerse di nuovo nel 1994 con Walk On, Scholz fu l’unico membro rimasto; Delp e Goudreau si erano riuniti nel 1992 come RTZ, pubblicando l’album Return to Zero. A differenza dei precedenti ritorni, Walk On è stato un fallimento commerciale. Radio e MTV ignorarono ogni tentativo di singoli o video, e l’approccio minimalista adottato dai popolari artisti alternativi dell’epoca fece sembrare anacronistica la produzione cristallina e il lungo tempo di registrazione.Prendendo altri otto anni per lavorare al disco successivo, ha sfruttato il pubblico di Internet prima pubblicando un singolo. La traccia divenne il download numero uno del sito e la notizia del loro nuovo album si diffuse rapidamente. Dopo aver pubblicato il disco nell’autunno di quell’anno, Boston intraprese un tour che li portò fino al 2004. In questo periodo, Scholz iniziò a lavorare all’album successivo usando le stesse attrezzature da studio che la band aveva usato fin dalla sua nascita. Il lavoro si mosse lentamente e un’ombra scese sul progetto a causa del suicidio nel 2007 di Delp.Il sesto album della band, Love Life & Hope, fu pubblicato dalla Frontiers Records alla fine del 2013. L’album è stato cantato da Delp ed è stato una sorta di ritorno al classico suono di Boston degli anni ’70.

Edit By Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.