Band Internazionali

UmmagummaPer molti anni, questo doppio LP è stato uno degli album più popolari nell’uscita pre-Dark Side of the Moon dei Pink Floyd, contenente un LP dal vivo e un LP in studio al prezzo di uno. Il live set, registrato a Birmingham e Manchester nel giugno 1969, è limitato a quattro pezzi, tutti tratti dai primi due LP del gruppo o dai loro ultimi singoli. Con la seconda formazione della band (cioè senza Syd Barrett), il set mostra un gruppo molto potente, il loro suono tenuto insieme sul palco dall’assertivo drumming di Nick Mason e dal potente lavoro di basso di Roger Waters. Suonano anche come se avessero gli amplificatori per enfatizzare la loro musica, che è più di quanto avesse fatto la prima band. “Astronomy Domine”, “Careful with That Axe Eugene”, “Set the Controls for the Heart of the Sun” e “A Saucerful of Secrets” sono tutti migliori qui ai loro originali in studio, fatti più a lungo, più forti e più duri, con un vero vantaggio per il gioco. L’LP in studio era più sperimentale, ogni membro aveva una certa quantità di spazio sul disco per fare la propria musica – “Sysyphus” di Richard Wright era un puro lavoro da tastiera, con vari sintetizzatori, organi e pianoforti; “The Narrow Way” di David Gilmour è stato uno strumentale in tre parti per chitarre acustiche ed elettriche e tastiere elettroniche, e “The Grand Vizier’s Garden Party” di Nick Mason ha fatto uso di una vasta gamma di dispositivi acustici ed elettrici per percussioni. “Grantchester Meadows” di Roger Waters era un numero lirico simile a quello folk, a differenza di quasi ogni altra cosa che il gruppo abbia mai fatto.

Edit By Alex

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.