Band- Internazionali

Kenny Wayne Shepherd Band
Fronteggiata da un chitarrista che ha iniziato la sua carriera come prodigio adolescente e da allora è maturato in uno dei migliori artisti blues rispettati del suo tempo, la Kenny Wayne Shepherd Band è stato un gruppo mutevole di musicisti che hanno sostenuto il capo band titolare da quando ha fatto irruzione nelle principali etichette e riconoscimenti mainstream nel 1995. Shepherd è nato a Shreveport, Louisiana il 12 giugno 1977. Il padre di Shepherd era un disc jockey e promotore di concerti part-time con una considerevole collezione di dischi, e il giovane Kenny iniziò ad assorbire influenze praticamente fin dalla nascita. Quando aveva quattro anni, Shepherd stava imparando a suonare una chitarra di plastica che sua nonna aveva acquistato per lui e dopo aver visto Stevie Ray Vaughan quando aveva sette anni, Shepherd si comprò una stratocaster a buon mercato, riavvolgendo le canzoni su cassette per impararle nota per nota. (Shepherd dice che è interamente autodidatta come musicista.) All’età di 13 anni, Shepherd fu invitato a suonare con il musicista blues Bryan Lee durante uno spettacolo, e sorprese la folla con il suo precoce talento. Presto Shepherd suonò regolarmente in tutto il sud, davanti a una band con la cantante Corey Sterling le compagnie discografiche ne stavano già prendendo atto. Irving Azoff firmò un contratto con la Giant Records e il suo album di debutto, Ledbetter Heights del 1995, fu un successo di critica e commerciale.Il seguito, Trouble Is…, del 1997, fu il primo album pubblicato sotto la fattura della Kenny Wayne Shepherd Band. La band di Shepherd comprendeva Noah Hunt alla voce, Joe Nadeau alla chitarra ritmica, Robby Emerson al basso, Jimmy Wallace alle tastiere e Sam Bryant alla batteria. La successiva pubblicazione della KWS Band fu Live On del 1999; Hunt e Bryant tornarono (quest’ultimo scambiato con il batterista Chris Layton), con il bassista Keith Christopher, il tastierista Reese Wynans e il secondo chitarrista Bryan Lee che completarono la formazione. Dopo due album da solista (The Place You’re In del 2004 e Ten Days Out: Blues from the Backroads del 2007), sarebbe dovuto arrivare il 2010 prima che Shepherd pubblicó un altro album sotto la guida della KWS Band. Live! A Chicago c’erano Hunt alla voce, Chris Layton alla batteria, Scott Nelson al basso e Riley Osbourne alle tastiere. Un altro album in studio è seguito nel 2011, How I Go. La formazione della band era la stessa di Live! A Chicago, ad eccezione di Tommy Shannon che sostituí Scott Nelson al basso (anche se Nelson è apparso anche come artista ospite). Per Goin’ Home del 2014, Shepherd e la sua band hanno registrato per la prima volta nella sua città natale di Shreveport; a unirsi ai KWS c’erano Hunt, Layton, Osbourne e il nuovo bassista Tony Franklin. Shepherd e la band sono tornati a Shreveport per incidere l’eclettico Lay It on Down del 2017; questa volta, la band includeva Hunt, Layton, Kevin McCormick al basso e Jimmy McGorman alle tastiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.